Area riservata  -  cambio lingua   italiano

Pba

pba a The Big 5 Show 2015

back

 

Dubai – UAE

23 – 26 November 2015

pba S.p.A. Pavillion 6 Stand 6C257

 

pba espone a The Big 5 il più esteso salone di materiali per la costruzione del Medio Oriente. Tra il 23 e il 26 Novembre a Dubai, saranno proposti da oltre 3000 espositori, migliaia di prodotti innovativi e certificati e ultime tecnologie nel settore dell’edilizia provenienti da tutto il mondo. Un momento unico per creare nuove opportunità di network grazie alla presenza di più di 80.000 professionisti del settore tra produttori, sviluppatori, designer e architetti.

Nel suo spazio, pba presenterà tutte le linee di hardware, tra cui le ultime novità come SLIDE, il maniglione in acciaio inox AISI 316L con serratura a scomparsa. L’impugnatura, dotata di una copertura scorrevole, permette l’accesso al cilindro quando necessario, mentre in posizione di chiusura riprende linee essenziali e pulite. Con SLIDE l’aprire diventa novità nel gesto ma con la sicurezza della qualità pba.

Il Programma 200F, integrazione di un lettore Ekey Arte con un maniglione pba in acciaio inox AISI 316L, che conferma la scelta di pba a spingersi verso innovazione e ricerca tecnologica nel progettare accessori per l’architettura ovvero ausili per ambienti senza barriere. Ekey Arte è un sistema biometrico che rende possibile il controllo degli accessi ad impronta digitale e che, integrato al design del maniglione pba, permette una maggiore sicurezza in ambienti privati o di lavoro.

La maniglia LIM (Less Is More, labor LIMe),  nata dalla collaborazione tra pba, lo studio di architettura FRANKLIN AZZI DESIGN e il designer Dimitri Sautier, che mira a reinterpretare la forma delle valvole di chiusura industriali, in particolare di quelle utilizzate per le chiusure di emergenza. La geometria della maniglia LIM soddisfa ogni sua esigenza di utilizzo, ricordando che la maniglia è innanzitutto uno strumento la cui funzione principale è il prolungamento della mano. Ne risulta una forma dall’estetica filante, cui l’architetto concede lo “stretto necessario”.

E infine PLUS, nata dalla collaborazione con lo studio di architettura studio ecdm – Emmanuel Combarel Dominique Marrec con l’intento di voler mostrare e rilanciare la consapevolezza a un’abitudine umana che rischia di essere dimenticata, quella di impugnare, stringere in pugno, afferrare in modo adeguato all’uso.